7 PASSI PER RENDERE UNA CASA PERFETTA PER ESSERE VENDUTA
LE CASE NON SI VENDONO DA SOLE


6 PREZIOSI CONSIGLI PER AFFITTARE RAPIDAMENTE CASA


1) pensare al potenziale inquilino: bisogna sempre aver ben chiaro in mente a chi ci si rivolge, che si tratti di un potenziale acquirente o di un inquilino. in questo modo sistemare la propria casa affinché risulti il luogo ideale dove trascorrere giorno dopo giorno diventa molto più semplice

2) rinfrescare pavimento e pareti: è molto importante prestare attenzione alle superfici dell’abitazione. una mano di vernice fresca e una lucidatura contribuiscono a dare maggiore luminosità e freschezza all’intero ambiente

3) sistemare i danni: far entrare in un appartamento il potenziale inquilino e fargli notare subito, ad esempio, serrande sbilenche o prese divelte non è un buon biglietto da visita. una volta deciso di affittare la propria abitazione è bene sistemare tutto ciò che non va

4) pulizie: prima di far visitare l’appartamento è opportuno assicurarsi che ogni suo angolo sia pulito. particolare attenzione deve essere prestata a bagno e cucina, dove lo sporco risalta in modo particolare

5) sostituire gli accessori più obsoleti: con una minima spesa è possibile sostituire tutti quegli accessori che mostrano ampiamente la loro età (ad esempio la tenda della doccia o i pomelli dei mobili della cucina) e donare all’intero ambiente un aspetto nuovo

6) mobili-pochi, moderni ed essenziali: una casa piena di vecchi mobili difficilmente incontra l’entusiasmo del potenziale inquilino. se volete affittare un’abitazione ammobiliata è bene scegliere un arredamento essenziale, moderno e dai colori tenui, che non sovraccarichi l’ambiente

seguendo questi piccoli suggerimenti diventa più facile affittare casa, senza perdere tempo e denaro. non solo. un’abitazione accogliente e curata, molto probabilmente, verrà prediletta da un inquilino responsabile. il che non guasta


7 PASSI PER RENDERE UNA CASA PERFETTA PER ESSERE VENDUTA


ormai è chiaro: affinché l’operazione di compravendita abbia successo è necessario mostrare al meglio la propria abitazione e quindi prepararla accuratamente per le visite dei potenziali acquirenti. dall’illuminazione all’arredamento, ecco i 7 step da seguire per sistemare la casa prima di metterla sul mercato e conquistare l’attenzione del potenziale acquirente

1. riparare: la prima, essenziale, cosa da fare è riparare tutto ciò che di rotto o rovinato è presente all’interno dell’abitazione. quindi sostituire le prese e le piastrelle rotte, ad esempio, o sistemare le crepe sui muri. l’attenzione dei potenziali acquirenti, infatti, si concentra soprattutto sugli aspetti negativi. è bene, dunque, sistemare tutto ciò che non va

2. illuminare e spersonalizzare: neutralità, semplicità e ampiezza sono le chiavi vincenti capaci di garantire il successo di una compravendita. quando si decide di mettere la propria casa sul mercato, dunque, è bene eliminare tutti i mobili superflui, esaltare i punti luminosi dell’abitazione e i suoi spazi

3. ridipingere: con il tempo, inevitabilmente, i muri della casa si sporcano. un tocco di vernice riuscirà a donare un nuovo aspetto all’abitazione

4. pulire: forse non è necessario ribadire l’importanza della pulizia, ma certamente presentare una casa pulita e curata costituirà un biglietto da visita molto importante

5. ammobiliare: gli eccessi devono essere evitati, ma qualche mobile renderà certamente l’ambiente più accogliente

6. illuminare: la luce è fondamentale. per creare effetti particolari ed esaltare l’illuminazione dell’ambiente ci sono tanti trucchi. l’importante è mostrare un ambiente vivace e ben illuminato

7. decorare e modernizzare: un tocco di stile è essenziale. in questo modo la propria casa risulterà più attraente e riuscirà a catturare l’attenzione e l’interesse del potenziale acquirente. perché il successo di una transazione immobiliare si basa sulla ragione, ma anche sull’emozione.


LE CASE NON SI VENDONO DA SOLE


La prima impressione è quella conta.
Sentirsi subito a proprio agio in un ambiente appena ci si entra è una sensazione piacevole che dobbiamo cercare di far provare anche a chi visita la nostra casa per la prima volta. Che sia interessato a comprare o affittare la nostra casa, se il futuro inquilino verrà accolto in ambiente ospitale sarà certamente più ben disposto a continuare la propria visita e manterrà un ricordo dell’appartamento positivo. Un ricordo, si, perchè sicuramente non sarà l’unico appartamento che ha visitato o visiterà.

Rendi (quasi) indimenticabile la visita
Colpire l’attenzione di chi visita l’appartamento, quindi, dovrà essere l’obiettivo principale di chi vende o affitta casa. Per farlo basta poco. Ma quel poco deve esser fatto a regola d’arte, tanto da rendere (quasi) indimenticabile la visita alla vostra casa. Non lasciate nulla al caso: chi è intenzionato a comprare o affittare casa ha una visione molto critica degli ambienti che visita, bisogna quindi cercare di presentare al meglio l’immobile.

Prima regola: ordine
Un’ abitazione molto più ordinata risulta molto più attraente rispetto ad una casa in cui regna il disordine : ambienti ordinati e ben tenuti attraggono tre volte di più l’attenzione rispetto a degli spazi trascurati e mal tenuti.Il disordine (se proprio ci piace) quindi lasciamolo alla nostra vita privata.

Seconda regola: eliminare il superfluo
Via tutto quello che può risultare superfluo e poco funzionale durante una visita di un possibile compratore o futuro inquilino. Cercate di rendere ogni ambiente della casa il più basic possibile: in questo modo si riesce ad assecondare il gusto di tutti.
Ad esempio: le collezioni di minuterie dovrebbero essere temporaneamente riposte e non esposte, così come eventuali oggetti etnici che possano dare un’impronta troppo marcata del nostro stile.
Per fare al meglio questa operazione, utilizzate la LA REGOLA DEL PALLONE DA BASKET : eliminare tutto ciò che è superfluo e che è più piccolo di un pallone da basket soprattutto se oggetti ultra personali: questo perché il potenziale acquirente del vostro immobile dovrà potersi immaginare in quella casa come se fosse già sua e non più vostra

Terza regola: la luce
Se l’appartamento gode di luce naturale è consigliabile organizzare visite durante il giorno, o comunque prima di sera, cercando di valorizzare il più possibile ciascun ambiente in funzione della luce del sole. Se non è possibile o la luce naturale è scarsa, accendete le luci. Visitare un appartamento cupo, con poca luce può creare un impatto negativo su chi sta decidendo se acquistare o affittare.

Quarta regola: la messa in scena
E’ ora di procedere con la vera e propria “messa in scena” : sistemate i cuscini sui divani come se steste arredando la vetrina di una negozio di mobili; in cucina fate brillare lavello e rubinetteria cosi come in bagno dove potrete sfoderare biancheria in coordinato e ordinare i vostri profumi e prodotti come in una profumeria. Sistemate la vostra camera da letto come quella di un albergo a 5 stelle: rendetela accogliente e ospitale. Tutto deve esser pulito e perfettamente sistemato.